I cicloni e le perturbazioni

Le masse d'aria

La massa d'aria è una porzione di atmosfera abbastanza grande con caratteristiche ben definite di temperatura e umidità. Si forma generalmente nelle zone anticicloniche, dove l'aria tende a ristagnare e ha il tempo di acquisire caratteristiche uniformi proprie della zona e si sposta verso le aree cicloniche.
Si possono distinguere, in base alla zona d'origine, tre tipi di masse d'aria, a loro volta ulteriormente suddivise in base all'ambiente. Abbiamo perciò:

  1. massa d'aria artica marittima: si forma nei mesi invernali al di sopra dell'Islanda ed è perciò freddissima; quando scende alle nostre latitudini diventa instabile provocando venti forti, piogge intense e nevicate;
  2. massa d'aria artica continentale: molto fredda, si origina oltre la penisola scandinava e quando raggiunge l'Italia porta scarse precipitazioni;
  3. massa d'aria polare marittima: si forma in tutte le stagioni nell'Atlantico a ovest della Gran Bretagna; è costituita da aria fredda che porta vento di maestrale e improvvisi temporali estivi;
  4. massa d'aria polare continentale: aria fredda che si forma prevalentemente d'inverno nella zona russa ed entra nell'Adriatico da nordest con scarse precipitazioni;
  5. massa d'aria tropicale marittima: aria calda e stabile che origina nell'anticiclone delle Azzorre nel periodo estivo portando piogge deboli o moderate;
  6. massa d'aria tropicale continentale: aria calda e stabile che passando sul Mediterraneo a partire dall'Africa settentrionale o dall'Asia anteriore si arricchisce di umidità portando piogge intense.

 

masse d'aria