Corpi minori

Pianeti nani e fascia di Kuiper

La fascia di Kuiper è una regione del Sistema Solare che si estende dall'orbita i Nettuno. Secondo le attuali conoscenze, comprende più di 1000 oggetti, indicati con la sigla KBO (Kuiper Belt Objects). I KBO sono asteroidi e corpi ghiacciati di composizione simile a quella delle comete.

 

Fascia di Kuiper

Fascia di Kuiper

 

PlutoneIl più vicino è Plutone che dal 2006 è stato declassato da nono pianeta a pianeta nano perché non è stato in grado di ripulire la propria fascia orbitale da altri oggetti. Plutone ha una massa non molto grande, l'orbita molto inclinata ed eccentrica, che lo porta in alcuni periodi ad essere più vicino al Sole rispetto a Nettuno. È formato per la maggior parte di roccia, con un po' di acqua ghiacciata e soprattutto ghiaccio di azoto. Ha cinque satelliti tra cui Caronte, molto grande rispetto al pianeta.

 

Plutone

 

Sempre in questa fascia si trova Eris, un corpo con massa maggiore di Plutone.

Oltre la fascia di Kuiper è stato scoperto un oggetto sferico, Sedna, di oltre 200 km di diametro, inizialmente ritenuto un pianeta e forse potrebbe essere classificato tra i pianeti nani.

Anche Cerere è stato promosso da asteroide a pianeta nano, pur non appartenendo a questa fascia.

 

Pianeti nani

Pianeti nani

 

Asteroidi

asteroide GaspraGli asteroidi sono migliaia di piccoli corpi rocciosi orbitanti tra Marte e Giove, nella zona detta fascia degli asteroidi, anche se alcuni hanno delle orbite particolari che possono farli avvicinare alla Terra. Il più grande di questa fascia è Cerere, che raggiunge il diametro di 1000 km, anche se ora è considerato un pianeta nano, mentre molti raggiungono a malapena i 10 km.
Si pensa che siano frammenti della nebulosa primordiale che non sono riusciti a condensarsi in un pianeta a causa della loro bassa densità. In passato, invece, si riteneva si trattasse di resti di un pianeta esploso.

 

Asteroide Gaspra

 

Comete

La cometa Hale-BoppAi confini del Sistema Solare si trova la Nube di Oort, una fascia estesa tra 20000 e 100000 UA, residuo della nebulosa originaria, ed è il serbatoio delle comete. Si tratta di blocchi di ghiaccio e polveri con un po' di sostanza organica che, se vengono disturbate dalla loro posizione, entrano nel Sistema Solare. Quando si avvicinano al Sole il calore le fa sublimare, per cui si forma una chioma e una coda, che si estende per milioni di chilometri dalla parte opposta rispetto al Sole a causa del vento solare.
Se l'orbita è parabolica o iperbolica le comete passano una sola volta vicino al Sole per poi perdersi nello spazio; se invece compiono un ellisse ritornano periodicamente, come la famosa cometa di Halley che ritorna ogni 76 anni.
Ad ogni passaggio diventano più piccole perché perde un po' del suo materiale il quale, se interseca l'orbita terrestre, forma le piogge di stelle cadenti.

 

Nube di Oort

La cometa Hale-Bopp del 1997
Nube di Oort

 

Meteore e Meteoriti

meteoraLe meteore sono piccoli oggetti che, attirati dalla gravità terrestre, entrano nell'atmosfera bruciandosi a causa dell'attrito e formando una scia luminosa (stella cadente). Sono famose le Perseidi che possiamo osservare nella notte di San Lorenzo il 10 agosto.
Se i frammenti raggiungono la superficie terrestre, abbiamo le meteoriti, che possono avere una composizione ferrosa, rocciosa o mista.
meteoriteOgni anno arriva sulla Terra una massa di questo materiale compresa tra 10 e 200 milioni di chilogrammi, per lo più sotto forma di polvere cosmica o di micrometeoriti.
Per quanto riguarda l'origine, la maggior parte deriva da frammenti di asteroidi; in parte sono frammenti che le comete lasciano lungo la loro orbita. Alcune particelle derivano da rocce lunari o di Marte, giunte fino alla Terra probabilmente a causa di un impatto con un asteroide o per un'eruzione esplosiva. Infine, alcuni detriti sono il residuo della nebulosa primordiale da cui si è formato il Sistema Solare.

 

Meteora
Meteorite
Meteorite caduto in Arizona